Vinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo SliderVinaora Nivo Slider

guida2

fb2 tube g pl   

Sirolo e Numana

 

L'Area archeologica "I Pini"

Nel 1989 a Sirolo in località I Pini venne in luce una necropoli picena con tombe monumentali a circolo e inumazioni in fossa terragna, raro esempio di architettura funeraria di età protostorica. Attualmente l’area de I Pini rappresenta l’unica necropoli picena con tombe monumentali a circolo musealizzata e visitabile.
Le tombe a circolo sono caratterizzate da un fossato anulare che circonda gruppi di sepolture: in questo caso esso ha sezione a “V” e misura 40 metri di diametro, 4 metri di larghezza e 1,8 di profondità. Al suo interno, oltre a una tomba a inumazione di bambino di inizi V sec. a.C. e tracce di altre inumazioni, sono state messe in luce in posizione centrale tre fosse relative a un’unica deposizione, comunemente nota come “Tomba della Regina” e databile alla fine del VI secolo a.C.
Sul fondo di una delle fosse, a pseudo-camera con copertura lignea, era seppellita la defunta con il ricco corredo di ornamenti personali che comprendeva oltre mille fibule, pettorali, una phiale chrysòmphalos, sandali chiodati, e l’unico esemplare antico attualmente esistente di telaio a cintura, mentre a un livello più alto si trovavano due carri smontati (un calesse e una biga).

Nella seconda fossa, sempre a pseudo-camera, era tumulato un ricco corredo di oggetti relativi a suppellettile domestica e corredo simposiaco. La terza fossa infine accoglieva gli scheletri di due mule. La tomba con i suoi quasi duemila oggetti è una delle più ricche di tutto il bacino del Mediterraneo e si segnala per i numerosi simboli di potere, oltre che di prestigio, tributati alla defunta.

 

Una selezione ragionata degli oggetti provenienti dalla Tomba della Regina è esposta presso l’Antiquarium Statale di Numana assieme a una campionatura di reperti archeologici, rinvenuti nei territori del versante sud-orientale del Monte Conero e che vanno dal Paleolitico sino all’età romana.
Il piccolo museo archeologico, nato nel 1974, rende infatti accessibili i risultati di fortunate campagne di scavo eseguite nel corso degli anni tra Numana e Sirolo, nel territorio dell’antica Numana, vivace e fortunato approdo di merci e uomini. L’esposizione segue un criterio cronologico dove il nucleo centrale è costituito dai rinvenimenti delle necropoli picene dell’età del Ferro (IX-III sec. a.C.), ma in essa è possibile riconoscere anche lo sforzo di un continuo rinnovo per esporre – in uno spazio dedicato e restaurati – i rinvenimenti più significativi delle più recenti indagini archeologiche.

 

Aree Archeologiche
Mappa Aree Archeologiche

 

From Address: To:

 

 

 

guida2

Copyright © 2014 Archeologia Marche - Tutti i diritti riservati - by Net Cubo Informatica srl